Come scegliere una ditta di traslochi

>>Come scegliere una ditta di traslochi

Come scegliere una ditta di traslochi

  • Ragazza che cerca ditta di traslochi
Nella vita capita sempre di dover affrontare un trasloco. Alcuni traslochi sono semplici, come quando si passa dalla casa dei genitori all’alloggio studenti. Altri invece sono veramente complessi, come, nel caso più classico, quando si passa da un appartamento ad un altro e si deve portare con sé tutto il proprio arredamento, gli abiti, i libri, gli elettrodomestici e chissà quanto altro.
Sicuramente, prima di affrontare un passaggio da una casa ad un’altra, sono molte le domande che sorgono, tra cui, la più comune, è ‘quanto costa un trasloco?’.
Naturalmente questa domanda non ha una risposta unica, perché dipende da moltissimi fattori, quali, in primo luogo, l’azienda cui ci si affida. Il prezzo di un trasloco, poi, varia a seconda delle distanze tra i due appartamenti, se siano nella stessa città o in città differenti e a quanti chilometri l’uno dall’altro. Infine, va considerato se il trasloco deve avvenire sul territorio nazionale o se sia un trasloco internazionale.

Valutare e scegliere la ditta per il trasloco

Per scegliere con sicurezza la ditta a cui affidare i propri mobili per un trasloco fatto in modo professionale, un primo passo da compiere è quello di cercare in internet tra le diverse ditte di trasporto della propria città o della città in cui si deve arrivare. Internet è, infatti, un ottimo punto di partenza per poter scegliere tra le tante ditte presenti sul territorio, e non solo perché riporta i siti web ed i contatti delle differenti aziende, ma anche per altre due ragioni. La prima, è la possibilità di effettuare il calcolo di un preventivo indicativo in rete: molte aziende di trasporti e di traslochi, infatti, offrono la possibilità di calcolare i costi del servizio, inserendo nello specifico format i punti di partenza e di arrivo ed indicando se venga anche richiesto il servizio di imballaggio o meno. Un altro importante punto è la presenza dei commenti degli utenti, che possono offrire utilissime indicazioni sul reale servizio offerto dalle ditte di trasloco. Chi ha già usufruito di un determinato servizio, infatti, può consigliare o meno di contattare quell’azienda, offrendo la possibilità ad altri utenti di leggere gli eventuali pro e contro riscontrati.Sicuramente la scelta deve essere sempre diretta a ditte di trasloco professioniste e non a trasportatori improvvisati. Le ditte serie, infatti, offrono una serie di vantaggi che prevedono, tra l’altro, un servizio di assicurazione sul trasloco in caso di rottura di mobili. Tale servizio è fondamentale quando si debba effettuare un trasloco di materiali delicati, come tavoli in cristallo, oppure di complementi d’arredo antichi, e quindi particolarmente delicati nonostante il loro aspetto massiccio.

Trasloco: il sopralluogo

Ancora, è molto importante che un tecnico dell’azienda faccia un sopralluogo prima del trasloco, per poter valutare con attenzione la quantità di mobili ed altri beni da imballare e traslocare e, soprattutto, per potere valutare le dimensioni del camion o del furgone da utilizzare. Molte ditte di traslochi, infatti, dispongono di mezzi di dimensioni differenti, a seconda che si debbano effettuare traslochi di grosse dimensioni o meno.
Un’ulteriore valutazione, sarà quella di comprendere il tipo di strada in cui si trova l’appartamento e valutare la possibilità di transito e parcheggio o, ancora, la necessità di permessi del comune per sostare in aree che non dispongano di parcheggio privato.

Infine, una particolare attenzione deve essere posta, in caso di trasloco oltre confine, alla domanda più che lecita ‘quale azienda scegliere per un trasloco internazionale?’
Non tutte le ditte di traslochi, infatti, per quanto serie e qualificate, sono autorizzate ed organizzate per i traslochi internazionali. Per questo tipo di trasloco, infatti, sono necessarie una serie di certificazioni standard per il transito su territori internazionali europei e non. In caso di trasloco in Europa o in paesi extra-europei, quindi, ci si deve affidare a ditte autorizzate a muoversi su territori non italiani.

Vuoi ulteriori consigli per il trasloco? Clicca qui.

By | 2017-08-07T17:27:26+00:00 agosto 7th, 2017|Traslochi|0 Comments

Leave A Comment

5 × 4 =